Pagadebit

Il vino che esprime al meglio l’identità rurale romagnola e che ci riporta nel passato, quando le famiglie contadine coltivavano il Bombino Bianco e sapendo di poter contare sulla sua resistenza, lo utilizzavano per ripagare i propri debiti. Da qui la DOC Pagadebit.

DENOMINAZIONE
Romagna DOC Pagadebit.
VITIGNO
100% Bombino Bianco.
CEPPI PER ETTARO
4.300.
RACCOLTA
A mano.

Fermentazione e permanenza in acciaio per 5-6 mesi, a cui segue affinamento in bottiglia per almeno 1 mese.

Colore: giallo paglierino tenue.
Olfatto: intenso, raffinato e persistente, con spiccati sentori di mandorla dolce, fiori d’acacia, sambuco e gelsomino.
Palato: morbido e armonico, sapido e di buona acidità, ben equilibrato e persistente.

CORBEZZOLO
Tipica pianta della macchia mediterranea, è indice di suoli silicei, sabbiosi, acidi e di esposizione fresca. Tra ottobre e dicembre maturano i suoi frutti, prelibati e succulenti, di color rosso arancio con una polpa gialla dolce dal retrogusto acidulo.
Il Pagadebit prende ispirazione dal corbezzolo, pianta sempreverde dalla grande resistenza come il vitigno, il Bombino Bianco.
2014
Robert Parker: 88